COSA VEDERE

Noli vanta un passato ricco di storia, arrivato fino a noi grazie a numerose testimonianze architettoniche, facilmente visibili nel corso di una piacevole passeggiata per il paese. Gia' in epoca romana fu Municipio dell'Impero, nel medioevo divenne una importante base Bizantina, per passare poi al dominio dei Longobardi che nel 641 la ricostruirono più vicino al mare rispetto alla sua collocazione precedente. Grazie a questo nei secoli diventa un importante centro marinaro dotato di una flotta imponente che, partecipando alle crociate del 1099, fa acquisire alla città importanti privilegi politici e commerciali, fino a diventare Repubblica Indipendente e saldamente alleata da trattati politici e commerciali con la Repubblica di Genova, al fianco della quale combatte' contro Pisa per la supremazia commerciale nel mar Tirreno e contro Venezia per i traffici marinari nel Medio Oriente. Nel XIII secolo il paese venne cinto da una cerchia muraria dotata di ben 70 torri, rappresentanza del periodo di massimo splendore della Repubblica, durato fino alla fine del XIV secolo, quando i limiti geografici ed architettonici del suo porto la condussero ad un progressivo isolamente dai traffici commerciali mediterranei, convertendo buona parte dei suoi abitanti da marinai a pescatori. Nel 1797 passo' sotto il comando delle truppe napolleoniche che che la resero parte della Repubblica Ligure. Nel 1815 venne inglobara nel Regno di Sardegna e successivamente, nel 1861, nel Regno d'Italia. Dal 1927 Noli fa pare della Provincia di Savona.

MONUMENTI RELIGIOSI

Numerosi edifici architettonici di impronta religiosa arricchiscono il Centro Storico di Noli e le zone adiacenti, il più famoso dei quali è la Cattedrale di San Pietro, sita in Piazza della Cattedrale e risalente ad un periodo compreso fra il XII ed il XIII Secolo. Al di fuori della conta muraria si trova la Chiesa di San Paragorio, edificio in stile romanico fra i più antichi di Noli e prima cattedrale della cittadina. Tornando all'interno delle mura troviamo l'Oratorio di Sant'Anna, nei pressi della Porta del Fossato ed eretto a partire dal 1750. In Via Monastero è possibile ammirare il Monastero di Santa Maria del Rio, eretto inizialmente come chiesa per poi diventare, nel 1291, complesso monastico dell'Ordine cistercense. Inglobato al Palazzo Vescovile troviamo poi la Chiesa di Nostra Signora delle Grazie, di impronta barocca, risalente all'anno mille.

ARCHITETTURE CIVILI

In pieno Centro Storico, con i suoi 38 metri di altezza si erge la Torre del Canto detta anche Torre dei Quattro Canti, con la caratteristica forma a base trapezioidale, struttura inusuale per le costruzioni analoghe risalenti a quel periodo storico, che permette, se osservata da alcuni punti, di vederne contemporaneamente tre lati. Altro monumento di notevole importanza storica è il Palazzo del Comune con annessa Torre del Comune e la Loggia della Repubblica, risalente al XIV-XV Secolo e già sede dell'antica Repubblica di Noli, affacciato direttamente sul lungomare, con la caratteristica meridiana recentemente ristrutturata. Nella Casa Pagliano, anch'essa situata sul lungomare, e' possibile notare la tipica struttura degli edifici abitativi nolesi del XIV secolo, con il basamento costituito da grossi conci in pietra verde locale ed una parte superiore in mattoni con bifore e trifore; in passato fu sede dell'Ordine dei Cavalieri di Malta. Altra abitazione privata di notevole bellezza e' il Palazzo Viale-Salvarezza, edificio seicentesco costruito intorno alla Torre della Marina, conserva ancora parte della decorazione esterna della facciata. A vigilare sulla cittadina, fin dal XII Secolo, troviamo il Castello di Monte Ursino, costruzione voluta dalla Repubblica di Genova a difesa del territorio.

AREE NATURALI

Posto tra Spotorno, Bergeggi, Noli, Quiliano, Vado Ligure e Vezzi Portio si trova un sito di interesse comunitario, proposto dalla rete Natura 2000 della Liguria, per il suo notevole interesse naturale, faunistico e geologico. Il sito che si trova nell'area boschiva tra il monte Mao, Rocca dei Corni e monte Mortou è ricoperto da macchia mediterranea, aree erbose e coltivazioni agricole. Oltre a faggete, sugherete e tratti di calluneto, si trovano la campanula di Savona, il convolvolo di Savona e il fiordaliso a pigna, questo a rischio di estinzione. Tra le specie animali i rari anfibi pelodite ed il geotritone.

Maggiori informazioni:

Riserva Naturale Regionale di Bergeggi

Vedi anche: INFO > SPORT

AREA MARINA PROTETTA DELL’ISOLA DI BERGEGGI

Istituita con decreto del Ministero dell'Ambiente nel 2007, si trova di fronte al comune di Bergeggi.
L'isola omonima, i fondali di Noli, Bergeggi e Punta Predani costituiscono un Sito di Interesse Comunitario (SIC
L'area è divisa in tre zone di salvaguardia con differenti limiti allo svolgimento di balneazione, navigazione, ancoraggio ed ormeggio, utilizzo di moto d'acqua, sci nautico, pesca subacquea e sportiva, acquacoltura, tutte attività che potrebbero turbare le specie vegetali e animali presenti
Si segnala inoltre la Bandiera Blu delle Spiagge ricevuta a partire dal 1997.

Maggiori informazioni:

Riserva Naturale Regionale di Bergeggi

Isola di Bergeggi

Vedi anche: INFO > SPORT

 

Per una migliore navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Grazie da infonoli.com, il portale di Noli Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi